Le Notti della Natività

• dal 5 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 •

Il Natale sta arrivando e la Città di Alba conferma la tredicesima edizione di Notti della Natività di cui, il Borgo San Lorenzo è da sempre ideatore, organizzatore.

Alba si prepara ancora una volta a celebrare la magia del Natale in una nuova formula ridisegnata per emozionare e accogliere in modo sicuro, ma sempre coinvolgente.

Le Notti della Natività scelgono di splendere anche in questo momento difficile per risvegliare la speranza nel futuro, la gioia delle tradizioni e l’orgoglio dell’appartenenza a un territorio bellissimo e tenace.

Da sabato 5 dicembre a mercoledì 6 gennaio i luoghi più significativi del centro storico albese ospiteranno affascinanti installazioni luminose, decorazioni, allestimenti interattivi e punti selfie natalizi.

In piazza Michele Ferrero è presente anche quest’anno l’albero degli Auguri Ferrero, il grande pino elegantemente decorato e illuminato, simbolo della vita che si rinnova, donato alla cittadinanza dall’industria dolciaria Ferrero.

Sulla stessa piazza risplende La Grande Stella, il meraviglioso astro luminoso alto 7 metri, simbolo del Borgo San Lorenzo, molto apprezzato e fotografato lo scorso anno, che ha trovato una nuova collocazione e continua ad illuminare il Natale di Alba e a celebrare il motto delle Notti della Natività: Segui la stella!.

La bellissima scultura di luce a dodici punte è realizzata con il sostegno di Generali Assicurazioni e l’Associazione GoWine.

In via Vittorio Emanuele II, il Borgo San Lorenzo, nell’impossibilità di organizzare spettacoli dal vivo a causa dell’emergenza sanitaria, propone alla città un intrattenimento musicale natalizio in filodiffusione che si diffonde anche nelle vie Cavour, Coppa, Calissano, Pertinace e in piazza Risorgimento.

Tra i fili delle luminarie delle vie Vittorio Emanuele e Cavour corrono su un pentagramma di luce drappi con le parole delle canzoni più significative dei prestigiosi artisti che si sono esibiti in concerto nelle passate edizioni delle Notti della Natività, per ricordare che la musica e la luce continuano a vibrare e a splendere anche nei momenti bui.

Nella stessa via principale della città, il Presepe tradizionale è raccontato attraverso l’esposizione di bellissime statue artigianali italiane dipinte a mano, realizzate secondo l’antica tradizione italiana da figurinai Lucchesi. I personaggi, accuratamente modellati e di singolare espressività artistica, sono suddivisi in cinque ambientazioni tematiche all’interno di mangiatoie in legno dislocate negli scorci caratteristici di via Maestra, in un nuovo suggestivo allestimento diffuso nel cuore della città, grazie al contributo e agli auguri di Banca d’Alba.

In piazza Risorgimento gli auguri dell‘Amministrazione comunale scivolano in una cascata di luci dal balcone della sala Consiglio, nell’affascinante decorazione natalizia di benvenuto all’ingresso del Palazzo e nel maestoso albero di Natale ricco di migliaia di luci, posto come da tradizione sul sagrato davanti alla cattedrale.

La piazza principale della città e le antiche torri saranno magnificamente illuminate da eleganti proiezioni di luce a cura del Gruppo Egea che illumina le Notti della Natività ed accende l’Energia del Natale.

Un’altra novità ricca di significato è il libro dei desideri, un grande volume tridimensionale e interattivo alto 250 centimetri su cui poter scrivere un personale pensiero di speranza da condividere, il proprio sogno di Natale o gli auguri da lasciare ai passanti, affichè i desideri di tutti possano realizzarsi.

Scendendo verso via Cavour, nel Palazzo Banca d’Alba è allestito l’ufficio postale di Babbo Natale. Quale luogo più sicuro per custodire i preziosi desideri dei bambini? Il vero Babbo Natale purtroppo quest’anno non potrà ricevere di persona i suoi piccoli amici, ma ha preparato per loro una grande cassetta postale in cui potranno imbucare le letterine e ammirare il luogo dove di notte, in gran segreto, mentre tutti dormono, le legge felice e prepara i regali con l’aiuto degli elfi. Dalla vetrina illuminata si aprirà uno scorcio sulla sua scrivania personale, con la sua poltrona preferita accanto al camino acceso e decorato, le pantofole e la tazza pronta ad accogliere la cioccolata di Mamma Natale, tutto incorniciato da montagne di pacchetti, giocattoli e letterine.

In città si possono trovare anche quest’anno tanti punti selfie di Natale. Giocose e colorate installazioni a tema natalizio, scenari perfetti in cui fotografarsi con ali d’angelo o seduti su una romantica luna caduta dal cielo.

Condividendo sui social i selfie scattati nelle installazioni e le fotografie degli allestimenti e della sfavillante atmosfera di luci e addobbi delle Notti della Natività, utilizzando gli hashtag #seguilastella,  #nottidellanativita e #visitalba si potrà partecipare al contest fotografico delle Notti della Natività e vincere, tra l’altro, tre mesi di fornitura elettrica Egea gratuita, un’offerta di Generali Assicurazioni, sconti, buoni spesa e giocattoli offerti dalle attività commerciali del centro storico e un panettone Galup da 5 kg.

Il Borgo di San Lorenzo selezionerà e premierà le foto più belle, le più cliccate e le più divertenti.

Il regolamento e gli aggiornamenti saranno disponibili sulle pagine Facebook delle Notti della Natività e la piantina delle installazioni apparirà inquadrando il qrcode presente sui nuovi totem informativi del Comune dislocati in tutto il centro storico.

Scatta la tua foto e postala sui social, il protagonista del Natale sei tu!

Le notti della Natività sono ideate ed organizzate dal Borgo San Lorenzo, in collaborazione con il Comune di Alba, l’Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, l‘’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero e l’Associazione Commercianti Albesi con il comitato Alba Sotto le Torri, il contributo di Banca d’Alba, Gruppo Egea, Generali Assicurazioni, Associazione Commercianti Albesi, Fondazione CRC, Galup, Associazione GoWine, Vitale e Robaldo, Biochemic e i media partner Radio Alba, Gazzetta d’Alba e Publiproget.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: